LUCINA LA RIVISTA DELL’OSTETRICA

 In considerazione del periodo di sessioni di laurea, data l’importanza della diffusione e dell’implementazione della ricerca ostetrica, con la presente, a nome di tutto il Comitato Centrale, sono a proporre l’invio di articoli da pubblicare su numeri dedicati di “Lucina: la rivista dell’ostetrica/o” estratti da studi e ricerche scientifiche recenti condotte anche per la stesura di tesi del Corso di Laurea in Ostetricia o Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche ed ostetriche o Master.

prot 2011 valorizzazione ricerca ostetrica su Lucina-1


INCONTRO A TRIESTE:RIORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE

Si trasmette l’invito a un’audizione con la III Commissione permanente del Consiglio regionale in merito al disegno di leggen. 216 “Riordino istituzionale ed organizzativo del Servizio sanitario regionale” (di iniziativa della Giunta regionale) e alle proposte di legge abbinate  n.146 “Revisione dell’assetto istituzionale delle Aziende Socio Sanitarie e istituzione dell’Azienda Unica per i Servizi Sanitari Regionali – riorganizzazione del Servizio Sanitario Regionale” (di iniziativa dei consiglieri Dal Mas, Pedicini, Camber, Santin),  n. 172  “Istituzione dell’Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti” di Gorizia e Monfalcone” (di iniziativa dei consiglieri Valenti, Marin, Razzini),  n. 180   “Istituzione dell’Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti” di Gorizia e Monfalcone”(di iniziativa dei consiglieri Antonaz, Kocijančič) .

L’incontro si terrà  mercoledì 10 ottobre 2012, alle ore 10.15, presso la sede del Consiglio regionale, piazza Oberdan 6, Trieste. 

POSTA CERTIFICATA OBBLIGATORIA

Ai sensi del decreto-legge n.185/2008 convertito in legge n.2/2009 si comunica che la Posta Elettronica Certificata è obbligatoria per pubbliche amministrazioni, società e professionisti.Tutti i professionisti, devono comunicare l’indirizzo PEC all’Ordine e/o Collegio di appartenenza, questi sono poi obbligati a stilare un elenco aperto alla consultazione delle pubbliche amministrazioni che ne facciano richiesta.
Come già anticipato nella relazione al Consiglio Nazionale del 18 e 19 novembre scorso, corre l’obbligo rammentare che la legge n.183 del 12 novembre 2011 ha introdotto un elemento di rilevante novità che riguarda direttamente gli Ordini/Collegi ed i professionisti tutti, in particolare laddove all’art.25, comma 4, prevede che l’omessa pubblicazione di suddetti elenchi o il rifiuto di comunicare con le pubbliche amministrazioni costituiscono causa di scioglimento e commissariamento dell’Ordine/Collegio inadempiente.Si informa inoltre che la PEC può essere attivata gratuitamente presso gli sportelli delle Poste o tramite siti internet.Si sollecita pertanto tutti gli iscritti che non dispongano della PEC di adempiere a questo obbligo di legge prima possibile e di comunicarci l’indirizzo mail all’indirizzo collegioostetrichetsgo@pec.it.

IL 1 MARZO 2012 “LA GIORNATA DELLE PROFESSIONI – PROFESSIONAL DAY”.

In un momento storico in cui gli interventi legislativi stanno modificando il sistema nazionale delle professioni, è indispensabile un momento di confronto pubblico sulle prospettive di crescita del Paese e sul ruolo che i 2.100.000 iscritti agli ordini professionali italiani svolgono a supporto dei cittadini e della pubblica amministrazione.

Presentazione

Locandina_professionalday

CHIARIMENTI SUL RICONOSCIMENTO DELL’EQUIVALENZA – AI DIPLOMI UNIVERSITARI DELL’AREA SANITARIA – DEI TITOLI DEL PREGRESSO ORDINAMENTO

Alla luce della confusione ingeneratasi in questi ultimi mesi su riconoscimento dell’equivalenza titoli di studio nella sanità, in oggetto, si rende noto che tutti i professionisti in possesso di un titolo che è stato dichiarato equipollente ai diplomi universitari (delle Professioni Sanitarie) dai decreti del Ministero della Sanità emanati nell’anno 2000 (v. omissis allegato) non devono presentare nessuna domanda di riconoscimento.Il riconoscimento dell’equivalenza riguarda esclusivamente quei titoli del pregresso ordinamento che non sono stati dichiarati equipollenti ai diplomi universitari delle Professioni Sanitarie dai decreti del Ministero della Sanità emanati nell’anno 2000 (DM 24/07/2000). La procedura in oggetto quindi non riguarda i titoli già resi equipollenti ai diplomi universitari dai Decreti del Ministero della Sanità emanati ai sensi dell’ art. 4, comma 1, della legge 42/99.
Pertanto le ostetriche non dovranno presentare nessuna domanda di riconoscimento.